Archivio storico diocesano

A partire da domani 15 giugno 2021 l’Archivio Storico Diocesano seguirà il seguente orario estivo:

martedì dalle 9:00 alle 14:00, giovedì dalle 9:00 alle 16:30

L’archivio Diocesano rimarrà chiuso per ferie dal 17 agosto al 12 settembre.

A partire dal 6 agosto inoltre, in ottemperanza alle disposizioni governative vigenti (DL n. 105 del 23 luglio 2021), sarà obbligatorio che gli utenti esibiscano il Green Pass corredato da un valido documento di identità per accedere al servizio di sala studio. Le disposizioni non si applicano ai soggetti con certificazione medica specifica o che non abbiano potuto per motivi oggettivi.

ATTENZIONE: in mancanza del Green Pass e di un documento di riconoscimento valido non sarà possibile accedere agli istituti culturali e la prenotazione non sarà valida. Per maggiori informazioni sul Green Pass: www.dgc.gov.it

Rimangono inoltre in vigore le prescrizioni di sicurezza anti-Covid: per l’ingresso è obbligatorio indossare una mascherina. All’ingresso sono posizionati dispenser di gel igienizzante. L’accesso è consentito preferibilmente su appuntamento, poiché le sale hanno una capienza contingentata nel rispetto della distanza fisica prevista per la sicurezza degli utenti.

Le richieste possono essere inviate a archivio@alba.chiesacattolica.it

 

 

Regolamento per l’ingresso del pubblico all’Archivio Storico Diocesano

L’accesso è consentito solo previa prenotazione telefonica o via e-mail: tel. 0173 440350, email archivo@alba.chiesacattolica.it.

Al momento della prenotazione dovranno essere indicati i documenti da consultare, per permettere agli operatori di verificare che essi non siano momentaneamente in quarantena.

È consentito l’accesso a non più di tre persone per turno di apertura, su appuntamento assegnato a seguito della prenotazione.

Non è possibile accedere alla sala studio in presenza di sintomi quali febbre (superiore a 37,5°C), tosse, difficoltà respiratorie o in caso di contatto stretto, negli ultimi 14 giorni, con soggetti risultati positivi al COVID-19 o di provenienza da zone a rischio.

Per poter accedere alla sala di consultazione gli utenti sono tenuti a:

  • dichiarare, firmando un apposito registro, che la propria temperatura corporea è inferiore a 37,5°C e di non aver avuto, nei 14 giorni precedenti, contatti con soggetti risultati positivi al COVID-19 e di non provenire da zone a rischio;
  • indossare la mascherina chirurgica prima di entrare e tenerla indossata per tutto il tempo di permanenza all’interno dei locali dell’Archivio;
  • igienizzare le mani mediante soluzione idroalcolica messa a disposizione in sala studio;
  • mantenere costantemente il distanziamento interpersonale di almeno 1 metro durante gli spostamenti;
  • rispettare le norme igieniche di prevenzione del contagio;
  • rispettare le indicazioni comportamentali ricevute e/o comunicate mediante cartellonistica;
  • non utilizzare i servizi igienici del Palazzo Vescovile. Per la consultazione, a ciascun utente è assegnata una postazione, che viene igienizzata dopo ogni uso. Le postazioni sono disposte in modo da rispettare una distanza di 1,5 metri. Agli utenti è vietato accedere direttamente agli scaffali, il materiale richiesto è consegnato dagli operatori di sala direttamente alla postazione. I materiali possono essere consultati e maneggiati solo se l’utente è munito di mascherina e ha provveduto ad igienizzare le mani con l’apposita soluzione. In assenza di tali dispositivi non è possibile effettuare la consultazione. Al termine della consultazione i documenti consultati devono osservare una quarantena di 72 ore prima di essere resi nuovamente disponibili. A tal fine è stato predisposto un tavolo apposito nel deposito, in cui è previsto un regolare ricambio d’aria. Gli operatori dell’archivio, in presenza di utenti, devono indossare continuativamente la mascherina.                      Alba, 8 giugno 2020

 

Disposizioni temporanee per il servizio al pubblico

 

Considerate la situazione e la legislazione attuali permane, almeno sino al 18 maggio, la chiusura al pubblico dell’Archivio Storico Diocesano mons. Brizio.

Il servizio di ricerca e di reference da parte del personale continua solo per le ricerche con carattere di urgenza: potete inviare le vostre richieste alla mail: archivio@alba.chiesacattolica.it

Rimaniamo fiduciose di incontrarvi nuovamente e presto anche in sala studio

Alba 6 maggio 2020

Il direttore

Silvia Gallarato

L’archivista

Chiara Cavallero

 

 

Indirizzo: P.zza Mons. Luigi Grassi, 9 – 12051 ALBA (CN)

Tel. 0173.440350

Direttrice: dott.ssa Silvia Gallarato

Archivista: dott.ssa Chiara Cavallero

E-mail: archivio@alba.chiesacattolica.it

L’Archivio Storico Diocesano garantisce la custodia e la tutela della documentazione storica prodotta dalla comunità cristiana locale, sia nell’ambito spirituale che temporale, nonché l’ordinamento dei fondi conservati e la produzione di strumenti di ricerca, come inventari e repertori.

Come luogo di concentrazione a funzione conservativa, l’Archivio Storico Diocesano custodisce un patrimonio di notevole consistenza, composto da complessi documentari prodotti da soggetti diversi, generalmente ecclesiastici.

Il 18 aprile 2000 un’Intesa tra il Ministro per i beni e le attività culturali e il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, relativa alla conservazione e consultazione degli archivi d’interesse storico e delle biblioteche di enti e istituzioni ecclesiastiche, ha ufficializzato il rapporto di collaborazione tra Chiesa Cattolica e Stato Italiano in quest’ambito.  Da questo momento gli archivi diocesani pur appartenendo ad enti privati si comportano come archivi pubblici garantendo l’apertura al pubblico e favorendo lo studio dei propri fondi documentari, anche attraverso progetti di respiro nazionale come la condivisione degli inventari dei beni artistici, architettonici, archivistici e librari sul portale BeWeb, beni ecclesiastici in web (http://www.beweb.chiesacattolica.it/it).

LArchivio Diocesano di Alba è aperto al pubblico e fornisce all’utenza, grazie a un archivista professionista, il supporto alla consultazione di circa 15.000 unità archivistiche per un totale di circa 250 metri lineari di materiale documentario.

Sul territorio diocesano l’archivio si pone inoltre come punto di riferimento e di supporto per la tutela e la conservazione degli archivi delle parrocchie, oggetto già da anni di un programma di riordino ed inventariazione, che ha interessato sino ad ora 50 archivi, i cui inventari sono liberamente consultabili in sala studio.

Orario di apertura: martedì e mercoledì ore 9.00 – 12.30 e giovedì ore 8.30 – 13.30

Per appuntamento e richieste scrivere a archivio@alba.chiesacattolica.it